Booking.com

Trapani: Cosa vedere e cosa fare la sera

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Una guida completa alle bellezze, anche notturne, di Trapani
TRAPANI

Antica e suggestiva, ricca di storia, arte e monumenti che testimoniano il passaggio di culture e popoli. Trapani è stata fondata da esuli troiani ed è passata sotto il dominio di cartaginesi, romani, vandali, arabi e aragonesi fino all’annessione al Regno d’Italia. Pesantemente bombardata durante la Seconda Guerra Mondiale, ha saputo risorgere e ricostruirsi fino a diventare uno dei punti di riferimento turistici della Sicilia Occidentale. Se anche voi siete interessati a visitare la città, ecco cosa vedere e cosa fare la sera!

1 – Cattedrale di San Lorenzo

Semplicemente bellissima, la cattedrale venne eretta nel 1421 in stile barocco. Presenta tre campate d’accesso con archi a tutto sesto e una base architettonica a croce latina con tre navate. Importanti artisti di scuola trapanese hanno decorato con stucchi e pitture il luminoso interno dell’edificio alla fine del Settecento e pregevoli tele si possono ammirare nelle campate e nel transetto. Particolare lustro lo danno i dipinti di Van Dyck, Carreca e Gerardi. Due sono gli organi a canne presenti, fatti costruire in epoca moderna.

Si può visitare gratis, dista circa 1,2 km dal Terminal Bus di Trapani ed è possibile arrivare a piedi in circa 15 minuti o con il bus n°2.

2 – Santuario di Maria Santissima Annunziata

Dedicato alla Beata Vergine Maria del Monte Carmelo venne costruita nel 1300 e ampliato nel Settecento, custodisce la preziosa statua in marmo della Madonna di Trapani. Al Santuario si può accedere dalla Villa comunale Pepoli, sulla quale si erge la facciata principale della Chiesa in stile gotico e con statue dell’Annunciazione ai lati. Annesso alla chiesa vi è il convento dei padri carmelitani, che era il più grande dell’Ordine in Italia. Dista circa 2,2km dal Terminal Bus, si può arrivare con il bus n°20.

Visitabile da ottobre a maggio tutti i giorni dalle 7:00 alle 12:00 e dalle 16:00 alle 19:00 – da giugno a settembre tutti i giorni dalle 7:00 alle 12:00 e dalle 16:00 alle 20:00

3 – Chiesa di Sant’Agostino

Una delle chiese più antiche della città, venne eretta nel 1100 come cappella dell’ordine dei Cavalieri Templari. Nei secoli subì ampliamenti per opera degli aragonesi e degli spagnoli fino ad ottenere l’aspetto attuale nel 1300. Di particolare interesse è il rosone centrale che occupa gran parte della facciata e che nella sua architettura richiama i simboli delle tre maggiori religioni monoteiste: le rosette mussulmane, le stelle di David ebraiche e l’agnello cristiano. Danneggiata gravemente dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, all’interno rimangono poche parti della copertura in legno e parziali affreschi.

Si trova in pieno centro a 900 m dal Terminal Bus, si può arrivare comodamente a piedi in 10 minuti

4 – Chiesa delle Anime del Purgatorio

La chiesa dei “misteri“, eretta in epoca spagnola, nel 1688, ma terminata nel 1714 con la finitura del prospetto, è una delle più belle chiese siciliane. Nei locali interni sono da ammirare la bellissima sagrestia, con le incisioni in legno, diciotto gruppi scultorei più i due simulacri, del Cristo nell’urna e di Maria Santissima. Famosa per le venti statue sacre in legno rappresentanti la Passione di Cristo realizzate ognuna con il contributo delle varie associazioni (misteri) lavorative della città.

Ogni anno, durante il Venerdì Santo, le venti statue sacre esposte in chiesa vengono portate in processione, per la città

Duramente danneggiata durante la Secondo Guerra Mondiale, venne riaperta al culto nel 1962. Dista dal Terminal Bus circa 2,2 km percorribili con il bus n°2

5 – Riserva e Museo delle Saline

Con un percorso guidato, si ripercorrono le tappe e le vicende di una storia lunga secoli su una fascia costiera di quasi 1.000 ettari quasi totalmente affidata al WWF.

Inserito nella guida ufficiale dell’unione europea dedicata ai musei del Mediterraneo, è posto lungo l’itinerario denominato la Via del Sale, un progetto turistico-culturale nato per valorizzare le saline e i mulini della zona costiera della Sicilia occidentale. Posto all’interno di un’antica fattoria-fortezza del Seicento, il museo raccoglie e conserva gli antichi strumenti di lavoro dei salinari e tante vecchie foto in bianco e nero, testimonianza di un lavoro antico. La zona delle Saline e il Museo distano circa 13km dalla città e si può arrivare con il bus extraurbano n°20

6 – Torre di Ligny

Fatta costruire nel 1671, per volere del principe di Ligny e vicerè del Regno di Sicilia, è stata per secoli torre di avvistamento spagnola, e poi usata come faro. Simbolo della città, la torre è posta sull’estrema punta occidentale della città ed è impiantata su un basamento a gradoni formato da grandi blocchi di calcarenite, mentre la struttura è in tufo. Ristrutturata in epoca moderna, ospita il Museo della Preistoria con una ricca collezione di reperti archeologici rinvenuti nel territorio trapanese e nei fondali marini. Tramite una scala interna, si può accedere a terrazzo per godere di un panorama spettacolare. E’ nella zona del porto, si arriva dal Terminal Bus con il bus gratuito linea 2A. Visitabile dal martedì al sabato dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 16:00 alle 19:00 – domenica e festivi dalle 10:00 alle 12:30.

7 – Porta Oscura

A due passi dal Duomo, si trova l’unica porta della città ancora in piedi del nucleo originario della città fortificata in epoca aragonese. Subì vari rifacimenti nel corso degli anni e nel 1596 vi venne inserito un bellissimo orologio astronomico in marmo, uno dei più antichi orologi astronomici d’Europa. Particolarità di questo orologio sono il quadrante del Sole ed un Lunario, le lancette che invece di indicare l’ora indicano i segni dello zodiaco, i solstizi, gli equinozi, le stagioni ed i punti cardinali. Ribattezzata Torre dell’Orologio è una delle mete più fotografate della città. Si trova in via Torrearsa, dista 1 km dal Terminal Bus. Si può arrivare in 10 minuti di passeggiata a piedi o con il bus n°21

8 – Palazzo della Giudecca-Ciambra

Edificato nel 1300 nel quartiere ebraico da una famiglia di banchieri, venne acquistata nel 1492 dalla nobile famiglia Ciambra, che ne abbelì l’interno e parte della struttura, e dal comune nel 1901. È costituito da due piani con un portale ogivale e da una torre laterale. All’interno si trova un giardino con pozzo dove si affacciano finestre a conci squadrati, abbellite in stile gotico-rinascimentale. La torre è stata recentemente restaurata. Si trova in via Giudecca, molto vicino alla stazione ferroviaria e al Terminal Bus che dista solo 500m.

9 – Villa Margherita

Bellissimo parco urbano e vero polmone verde della città, è grande circa 21.000 metri quadri con quattro ingressi. All’interno, tra i viali e i camminamenti, ci sono voliere di varie specie di uccelli, pappagalli, galli cedroni e un laghetto, con cigni bianchi e neri, oche e anatre. Passeggiando tra i suoi alberi si trovano anche cinque colonne con capitello dorico, che facevano parte del “Teatro Garibaldi“, distrutto durante la seconda guerra mondiale. L’accesso principale è in Viale Regina Margherita che dista dalla stazione e dal Terminal Bus solo 400m

10 – Spiagge di Trapani

Mare cristallino, sabbia finissima e sole quasi tutto l’anno rendono la città una mete balneare frequentatissima e ricercata. Tra le spiagge di Trapani sono da segnalare quella di San Giuliano con acque limpidissime e Porta Botteghelle con i suoi bassi fondali adatti alle famiglie con bambini. Bellissime anche le limitrofe Cala Baretta e Cala dei Turchi, non troppo distanti e visitabili in giornata.

Cosa fare la sera

La maggior parte dei locali notturni di Trapani sono concentrati nel centro storico ma gli stabilimenti balneari sulle spiagge la sera si trasformano in veri club dove poter trascorrere serate all’insegna del divertimento. Molto popolare il rito dell’aperitivo e dell’apericena, non è difficile trovare bar e pub che li propongono a prezzi modici. Possibile scegliere locali con proposte musicali di livello, dj set, musica dal vivo e discoteche aperte tutta la notte per chi proprio non rinuncia mai alla nightlife.

I migliori locali

  1. I Corti: uno dei migliori locali di Trapani per l’aperitivo e l’apericena o dove trascorrere una serata tranquilla. Location carina e giovane, dispone di tavolini illuminati all’aperto ed organizza serate ed eventi con musica dal vivo e dj set.
    Indirizzo e contatti: Viale Regina Elena, 20 – 328 4383249 / Pagina Fan Facebook
  2. Sood: bellissimo bistrot nel centro storico di Trapani, propone ottimi aperitivi a prezzi modici in un locale particolare ed accogliente, organizza serate con musica jazz.
    Indirizzo e contatti: Via delle Arti 15 – 391 7703075 / Pagina Fan Facebook
  3. Hollywood Club: frequentatissimo pilastro delle notti trapanesi, frequentato sia dai giovani che dai meno giovani. Spazioso ed elegante, organizza serate ed eventi con dj nazionali ed internazionali.
    Indirizzo e contatti: Piazza F.lli Genna, 18 – 391 4096932 / Pagina Fan Facebook
  4. Caloma Sea Club: discoteca ubicata all’interno della Lega Navale di Trapani con un bellissimo panorama. Innovativo ed elegante, ogni martedì d’estate è uno dei punti di forza della movida trapanese in quanto organizza l’apericena con dj set fino a notte fonda.
    Indirizzo e contatti: Piazza Lazzaretto – 320 0241638 / Pagina Fan Facebook
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

REDAZIONE UNESCODESS
REDAZIONE UNESCODESS

Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor

CATEGORIE



Booking.com