Booking.com

Lavorare come deejay: tutti gli step per avviare la tua attività

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
uomo-dj-davanti-computer-portatile-sony-vaio-bianco

Sei appassionato di musica e sogni da sempre di diventare un deejay ? Beh, si tratta di una professione che è caratterizzata da due fattori: divertimento e buoni guadagni.

 

Se ti stai chiedendo come puoi fare a raggiungere il lavoro dei tuoi sogni, sei nel posto giusto. Infatti, oggi vedremo quelle che sono le informazioni più importanti per scoprire come diventare deejay e come avviare la tua carriera nella musica.

 

Chi è il deejay? La guida alla professione

 

Un lavoro che può essere anche una fonte di divertimento: stiamo parlando del deejay, chiamato anche disc jockey. Si tratta di una figura professionale nel mondo della musica che si è evoluta nel corso degli anni, di pari passo con la musica stessa.

 

Di cosa si occupa un deejay? Principalmente potremmo dire che questo sceglie la musica in determinati contesti. Tuttavia, questa definizione è molto limitata e, al giorno d’oggi, non basta più.

 

Un deejay oggi deve saper creare un dj set senza alcuna interruzione nel ritmo e nell’armonia, in modo di mandare avanti qualsiasi festa per ore. Ebbene, per la possibilità di lavorare e fare festa allo stesso momento, la professione del deejay attira sempre più giovani che vorrebbero cimentarsi in questo lavoro.

 

Cosa devo studiare per diventare deejay?

 

Nessun percorso di studi ti permetterà di diventare deejay. Insomma, si tratta di esperienza e gusto per la musica.

 

Per diventare deejay devi specializzarti in una tipologia di canzoni. Infatti, è sempre meglio una persona specializzata in un solo genere, dove però eccelle, piuttosto che qualcuno che si occupa un po’ di tutto.

 

Insomma, la parola d’ordine è una: distinguersi.

 

Ovviamente, dopo la scelta del genere dovrai passare alle decisioni sul software e sull’attrezzatura che userai nel corso delle serate. Parliamo di un investimento iniziale che verrà ripagato nel tempo.

 

Infine, ci sono altri due punti che se vuoi diventare deejay devi considerare. Il primo riguarda il fatto che devi metterti in regola con la SIAE, per poter suonare tutte le canzoni senza avere problemi di copyright.

 

Il secondo ed ultimo passo è quello di trovare clienti. Infatti, dovrai essere bravo a promuoverti, specie all’inizio della tua carriera. Questo perché dopo che sarai entrato nel giro sarà tutta in discesa.

 

Quanto guadagna un deejay?

 

Come abbiamo affermato anche in precedenza, fare il deejay è un lavoro divertente e, spesso, ben pagato. Infatti, facciamo riferimento ad un’attività che ti consentirà di guadagnare abbastanza.

 

Da cosa dipende il guadagno del deejay? Sicuramente dal nome, dalla popolarità e dall’esperienza, ma non solo.

 

Infatti, il guadagno varia anche dal numero di serate che ti verranno affidate. Come abbiamo sottolineato anche prima, la partenza può essere la parte più difficile, ma una volta che svolgerai a tutti gli effetti il lavoro dei tuoi sogni tutto questo verrà ripagato.

 

Dobbiamo fare un’ultima puntualizzazione: il deejay è un libero professionista e, per questo, ha bisogno di avere una Partita IVA. Ti consigliamo quindi di rivolgerti ad un esperto fiscale per definire le tue possibilità con l’apertura della Partita IVA.

 

Se vuoi, Fiscozen ti consente di ricevere una consulenza gratuita e senza impegno con un esperto fiscale.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

REDAZIONE UNESCODESS
REDAZIONE UNESCODESS

Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor

CATEGORIE



Booking.com