Booking.com

Alpi di Nord-Est: Dove alloggiare per una settimana di sci

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
800px-Campiglio_Centro

Gli appassionati di sci, da ogni parte della penisola e non solo, non aspettano altro che i mesi invernali per poter tornare sulle alpi, soprattutto quelle di Nord-Est, per poter scendere, con i propri sci o con il proprio snowboard, da alcune delle piste più belle del mondo. Nasce così un grande dilemma, quello del nostro alloggio: preferiamo un favoloso Hotel a Madonna di Campiglio, o un più economico B&B nell’Altopiano di Asiago? E perché non un appartamento?

Scopriamo insieme pro e contro di queste possibilità.

L’importanza del nostro budget

Definire il nostro budget è fondamentale, per capire fin da subito quanto si è disposti a spendere. In base al nostro budget, infatti, ci troveremo ad affrontare delle ben specifiche scelte, non solo per la tipologia di struttura, come detto nella nostra introduzione, ma anche per la location che vogliamo scegliere: per fare un esempio, il budget per una vacanza in Val di Fiemme è decisamente diverso rispetto a una vacanza a Cortina d’Ampezzo.

Altra caratteristica su cui influisce il budget è anche nella durata della nostra vacanza: con un budget molto ampio potremmo infatti pensare di organizzarci per tempo e affittare un appartamento per interi mesi, mentre con un budget più ristretto potremmo puntare a una settimana intera o anche ridurre a una settimana corta (o a un weekend lungo).

Diverse strutture, diverse necessità

Nel paragrafo precedente abbiamo citato gli appartamenti: in questo caso può essere necessario muoversi per tempo, ma bisogna anche considerare che spesso questo genere di alloggi vengono affittati per mensilità intere, e non per settimane. Muoversi per tempo è quindi il modus operandi che deve guidare chi sceglie questa opzione, per cercare possibilità settimanali.

Diverso è invece il caso di hotel e B&B, che offrono ovviamente possibilità di pernotto molto più flessibili. Il vantaggio dell’hotel è molto spesso legato anche al tipo di compagnia: per chi non scia, e si ritrova ad accompagnare degli sciatori, un comodo albergo è il rifugio ideale, per passare giornate di comfort, lontani dal freddo che normalmente avvolge le piste al calar del sole.

Se invece ci si ritrova tra sciatori il B&B può essere un’ipotesi davvero interessante, usando il proprio alloggio più che altro come pernotto. Bisogna comunque considerare la necessità della cena, che potrebbe chiaramente far lievitare i costi. Trovare un’opzione con un piccolo angolo cottura potrebbe essere la soluzione ideale.

Infine, valido per ognuna delle scelte fin qui analizzate, la lontananza dalle piste e l’esistenza di navette e simili è un dettaglio da controllare per tempo, in base anche qui alle necessità del gruppo: i non sciatori potrebbero preferire un alloggio vicino al centro del paese per potersi muovere con più facilità, trovando svaghi mentre gli altri passano il tempo a sciare.

Aree da consigliare

In chiusura, citiamo qualche area da consigliare per chi desidera esplorerà con i propri sci il Nord-Est.

I primi nomi sono ovviamente quelli di Madonna di Campiglio (in provincia di Trento, in direzione Lombardia) e di Cortina d’Ampezzo (in provincia di Bolzano, in direzione Austria), le cui piste sono considerate davvero le perle del mondo sciistico italiano. Qualsiasi sciatore desidera conoscere questi luoghi

Con dei panorami davvero mozzafiato troviamo il comprensorio sciistico di Val di Fiemme/Obereggen, nel pieno delle Dolomiti, mentre spostandoci più a sud trova spazio, in Veneto, l’Altopiano dei Sette Comuni, chiamato anche Altopiano di Asiago, meta molto nota agli sciatori.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

REDAZIONE UNESCODESS
REDAZIONE UNESCODESS

Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor

CATEGORIE



Booking.com