Booking.com

Affitti estivi al mare? Ecco come evitare fregature!

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
casa mare

La vacanza di prossimità, anche per questa estate 2021, sarà il mantra che ci accompagnerà in attesa di una definitiva schiarita sul fronte sanitario e di precise linee guida sullo spostamento tra paesi, con una campagna vaccinale che procede a differenti velocità nelle varie parti del mondo.

Non tutto il male vien per nuocere, però: questa è un’ottima occasione per scoprire mete turistiche e luoghi ideali per chi è amante del mare e delle belle spiagge.

L’affitto di un appartamento al mare nel periodo post-Covid diventa quindi un modo per trascorrere un periodo di vacanza in tutta sicurezza, conciliando esigenze lavorative e desiderio di ricaricare le batterie dopo un periodo difficile per tutti.

Attenzione, però! Affittare un appartamento per le vacanze estive nasconde spesso dei problemi e soprattutto fregature impreviste!

Come evitare fregature durante la ricerca di un affitto estivo al mare? Di seguito ti lasceremo alcuni suggerimenti utili per saperle riconoscere e prevenire problematiche, soprattutto ora che ci si affida per la maggior parte a siti o annunci trovati online.

Autenticità del portale online e pagamenti

Può sembrare un consiglio banale e poco utile, ma in realtà esiste un numero davvero elevato di siti web che propongono affitti per il periodo estivo e che, in realtà, sono in tutto e per tutto dei siti fake, riprendendo solo la grafica di alcuni portali online molto conosciuti.

Controlliamo quindi sempre di essere sul sito giusto! Come fare? E’ semplice, basta controllare la barra degli indirizzi e verificare che l’URL del portale in questione sia realmente corretto (in parole povere, controllate di essere sul dominio reale e che esso non sia una contraffazione con un impercettibile cambio nel nome, anche una sola lettera diversa).

State attenti anche alle modalità di pagamento, se decidete di puntare su un portale e, chi affitta l’appartamento, vi richiede un acconto in bonifico all’estero o in Italia.

Tra le truffe che maggiormente si riscontrano c’è quella dell’utente italiano che richiede un acconto per poter fermare l’appartamento, pagando direttamente ad un IBAN estero, per poi ritrovarsi a non avere nulla in mano e rovinare la vacanza già in partenza. Mai accettare una richiesta del genere!

  • Se si è in una piattaforma di affitti online, il pagamento deve essere sempre finalizzato all’interno della piattaforma stessa, quindi eventuali acconti devono essere inviati solo li.

  • Se si affitta attraverso un’agenzia immobiliare, ci sono delle precise politiche di pagamento ben specificate all’interno del sito, e in ogni caso è sempre bene accordarsi per iscritto con gli agenti, senza mai lasciare nulla verbalmente.

Verifica le recensioni

Se ti affidi a portali online di affitti come Airbnb, considera che c’è sempre la possibilità di controllare le recensioni di chi aveva soggiornato in precedenza in quel determinato appartamento.

Ricordiamo sempre che queste recensioni possono essere rilasciate solo se hai avuto modo di soggiornare realmente in quella struttura, quindi è sufficiente controllare che esse siano presenti e verificare il loro contenuto, leggendole e identificando se durante la vacanza sono sorte problematiche.

Affitti, invece, un appartamento estivo tramite il sito di un’agenzia immobiliare?

In questo caso è sufficiente verificare che si tratta di una realtà nota nel territorio e leggere come opera anche attraverso le recensioni che vengono lasciate dagli utenti sulla scheda Google dell’agenzia.

In questo modo avrete l’occasione di capire se la loro reputazione online è buona e se chi ha soggiornato presso gli affitti estivi proposti si è trovato bene e non ha avuto alcun tipo di problematica o intoppo.

Conformità dell’appartamento con l’annuncio

Una delle problematiche che più si presenta quando si affitta un appartamento per le vacanze è la conformità dell’alloggio con le foto e informazioni che sono presenti sull’annuncio online.

Come difendersi da queste difformità? Ettore Olivieri, di Isola del Giglio Immobiliare, ci propone alcuni semplici consigli.

“Se cercate un appartamento per l’estate attraverso un’agenzia immobiliare, prima di tutto controllate che la reputazione online di questa sia buona. Una volta che l’avrete contattata, utilizzando un form o telefonicamente, chiedete sempre informazioni aggiuntive sulla casa che è più di vostro gradimento, come ad esempio:

  1. esatta posizione e vicinanza dal mare e dai principali servizi,

  2. esatto numero delle camere, loro disposizione e a quale piano si trova l’appartamento;

  3. presenza di tutto ciò che si ritiene basilare per poter soggiornare nell’appartamento, come i letti (quanti ce ne sono e di che tipologia), il frigorifero o l’aria condizionata, connessione internet, utensili per la cucina;

  4. presenza o meno di un parcheggio e vicinanza di esso con la casa.”

Possono sembrare molti gli aspetti da controllare e spesso non si ha voglia di voler pensare a tutto e ci si fida a prescindere, ma in realtà commettiamo un errore.

Anche se, solitamente, il sito di un’agenzia che si rispetti presenta tutte le foto e le informazioni del caso, eventuali difformità possono essere sempre presenti.

Di certo non creiamo alcun danno all’agenzia se richiediamo un supplemento di informazioni, in quanto è comunque tenuta a darle (ad eccezione dei dati catastali, che si possono dare in caso di acquisto di un appartamento).

In ogni caso, tenete sempre una copia di ogni contatto mail che avete con la struttura o agenzia immobiliare del caso! Sono tutti documenti che fanno fede nel caso in cui si abbia una contestazione.

Eventuali politiche di cancellazione

Con il Covid il rischio che si ha di dover annullare la vacanza all’ultimo momento è sempre dietro l’angolo.

Un portale di affitti online o un’agenzia immobiliare ha sicuramente modo di esporre con chiarezza quelli che sono i termini di cancellazione della vacanza, anche pochi giorni prima dell’arrivo previsto.

Questo punto non lo si può definire una fregatura cui prestare attenzione, ma può comunque diventarlo per noi se non ci informiamo per tempo e diamo per scontato che si possa annullare la vacanza senza problemi.

Non è detto che si possa avere un rimborso totale o una cancellazione senza spese!

Controllate sempre quali sono le politiche di cancellazione previste (magari si può cancellare senza problemi entro 15 giorni, o 30 giorni, ogni realtà stabilisce i termini autonomamente. Con le problematiche dovute al Covid non manca chi propone una cancellazione anche entro le 24-48 ore prima dell’arrivo).

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

REDAZIONE UNESCODESS
REDAZIONE UNESCODESS

Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor

CATEGORIE



Booking.com